Pelle uomo: consigli per una rasatura perfetta e il giusto dopobarba

Per scegliere il miglior dopobarba è importante conoscere bene le particolari caratteristiche della pelle dell’uomo, diverse da quella della donna: spessore, livello di sebo, idratazione. E soprattutto la presenza della barba. Ecco alcuni consigli per eseguire una rasatura perfetta.

Per scegliere il cosmetico giusto è importante conoscere la propria pelle: prima la struttura di base, poi le caratteristiche specifiche dei vari tipi di epidermide, è utile a “gestirla” nel modo più appropriato, tenendo conto che essa non è un semplice rivestimento ma un organo vero e proprio, con tutti i suoi sistemi ed equilibri di funzionamento.
La prima grande suddivisione da fare tra i vari tipi di pelle è quella tra cute maschile e femminile. Di base, la struttura è la stessa, ma ci sono delle importanti differenze fisiologiche. Vediamole insieme.

SPESSORE

A causa essenzialmente di fattori ormonali la pelle maschile è più spessa rispetto a quella femminile di circa il 20%, a prescindere dall’età. Nell’epidermide dell’uomo si riscontra inoltre una maggiore densità di fibre di collagene, che rende la cute più tonica, compatta e resistente rispetto a quella della donna.
Il livello di testosterone però cala progressivamente con l’avanzare dell’età, quindi anche il tono e lo spessore della pelle maschile diminuiscono in progressione, senza però avere la brusca riduzione tipica delle donne in post-menopausa. Ecco perché gli uomini in età avanzata riescono generalmente a mantenere un aspetto giovanile più a lungo rispetto alle donne.

LIPIDI CUTANEI E IDRATAZIONE

La diversa distribuzione ormonale determina, oltre allo spessore, anche l’attività del follicolo pilifero e delle ghiandole sebacee ad esso collegate.
In media la pelle dell’ uomo è più grassa di quella femminile, i follicoli sono più dilatati e c’è una maggiore predisposizione alle impurità (punti neri e brufoletti), data la maggiore attività delle ghiandole sebacee rispetto alla donna.
Nonostante questa maggiore presenza lipidica e resistenza ai segni dell’invecchiamento, quando ad una certa età si formano le rughe, nell’uomo esse appaiono più profonde, probabilmente a causa di maggiore spessore e densità del tessuto, diversa distribuzione dei lipidi epidermici, minore capacità di rinnovamento cellulare, che diminuisce ulteriormente con l’avanzare del tempo. Alcuni studi hanno inoltre mostrato che la pelle maschile tende a perdere l’ idratazione più facilmente. E’ importante perciò, anche per gli uomini, applicare quotidianamente una buona crema idratante.

BARBA

La caratteristica più visibile della pelle maschile è l’abbondanza di peli, che sono i più spessi e duri del corpo: la barba.
Il momento della rasatura rappresenta un gesto quotidiano che solitamente è considerato, a giusta ragione, aggressivo: il passaggio del rasoio in concomitanza con schiuma (che è un sapone) rimuove lo strato lipidico naturale di protezione, ed espone di conseguenza la pelle a elevata secchezza, arrossamenti, irritazioni, micro-traumi e piccole ferite. Senza contare che, durante la fase di ricrescita, si possono presentare follicoliti e peli incarniti (ne abbiamo parlato qui).
Pochi sanno però che, se è effettuata nel modo giusto, la rasatura può diventare invece un vero alleato per mantenere la pelle morbida, levigata e più giovane nel tempo.
Radersi, infatti, consente di rimuovere le cellule morte e stimola la proliferazione di quelle nuove, e di conseguenza aiuta la pelle a rigenerarsi. L’importante è che la rimozione della barba sia effettuata nel modo giusto.

CONSIGLI PER UNA RASATURA PERFETTA

  1. Per preparare la pelle alla rasatura, appoggiare un piccolo asciugamano imbevuto di acqua calda sul viso, per almeno due minuti. Il calore dilata i pori e ammorbidisce i peli, permettendo al rasoio di scorrere meglio sulla pelle e rimuovere il pelo con più facilità.
  2. Prima di applicare la schiuma, passare sul viso un velo di olio d’oliva, massaggiando. Attendere qualche minuto e poi applicare la schiuma da barba. La presenza dell’olio ammorbidirà ulteriormente i peli e contrasterà l’effetto eccessivamente sgrassante della schiuma e del rasoio.
  3. Applicare la schiuma da barba in abbondanza, massaggiando bene. Lasciar agire per almeno un minuto prima di passare il rasoio.
  4. Il rasoio deve essere sempre pulito, per evitare infezioni.
  5. La prima passata va fatta nel senso di crescita del pelo. La seconda passata si può fare in contropelo, applicando sempre prima la schiuma. Questo contribuirà a ridurre le irritazioni.
  6. Subito dopo la rasatura, risciacquare. Per asciugare, tamponare delicatamente con un asciugamano pulito o meglio con fazzoletti di carta monouso (che aiuteranno a prevenire le infezioni dei batteri eventualmente presenti sull’asciugamano)
  7. Applicare un balsamo dopobarba specifico con effetto lenitivo e rigenerante.

Tra i prodotti della linea Elicina, il Balsamo Aftershave è eccellente per risolvere i problemi della rasatura.
Le note proprietà cicatrizzanti della bava di lumaca, presente al 70% nel balsamo, legate alla presenza naturale dell’allantoina, permettono la riparazione epidermica in tempi brevi.
Tutte le altre sostanze del fluido della lumaca aiutano a nutrire e rigenerare la pelle, lenire arrossamenti e irritazioni e riparare i piccoli traumi della rasatura.
La presenza di piccole quantità di acido glicolico, astringente ed esfoliante, permette di ripristinare l’acidità fisiologica compromessa dalla schiuma da barba. L’uso del balsamo tutti i giorni regolarizza l’eccesso di sebo e aiuta a contrastare la crescita dei peli incarniti.

Il Balsamo Aftershave Elicina ha una formulazione fluida, leggera e facile da applicare, e un fresco e delicato profumo.

Come crema idratante quotidiana consiglio di utilizzare Elicina crema (per pelli miste e grasse) o Elicina Plus crema (per pelli secche e sensibili), entrambe senza profumo, molto adatte anche alla pelle dell’uomo.

Diana Malcangi, Chimico Cosmetologa