La pelle del viso in estate: come rimediare a sudore, macchie, scottature e pori dilatati

pelle del viso d'estate

L’estate ci regala l’abbronzatura, che ci rende più belli… Ma anche calore, sudore, scottature, macchie, untuosità e altri fastidi. Ecco come rimediare

Una bella estate piena, quest’anno! Per fortuna non è afosa come quella dell’anno scorso (o almeno…. si spera che resti così :-)) ma comunque è bella calda, eh eh!
L’estate si fa sempre “sentire”, soprattutto sulla pelle: vampate di calore, il fastidio del sudore, la pelle lucida. E tutto vorremmo tranne… sentir parlare di cosmetici!
Creme, olii, fondotinta… qualsiasi prodotto ci sembra “soffocante”. Posso dirvi che questa sensazione prevedibile in molti casi si rivela giusta.
Spieghiamo perché.

Calore e sudore
In un altro post ho suggerito otto rimedi anticaldo, utili per prevenire i colpi di calore e contrastare il sudore. ma se parliamo di cosmetic, quali dobbiamo utilizzare?
La risposta sembrerà strana… Nessuno! 🙂
Eh sì, perché il sudore è un idratante naturale, e dunque non vi è necessità di aggiungere ulteriori emollienti sulla pelle.
Oltretutto, il sudore è un termoregolatore, ovvero è il modo con cui il nostro organismo elimina il calore in eccesso, perché l’acqua contenuta nel sudore, evaporando, sottrae calore e quindi abbassa la temperatura del corpo.
Il sudore è inoltre un formidabile sistema di purificazione della pelle, la quale, attraverso la sudorazione, espelle le sostanze di scarto.
Applicare quindi una crema, che contiene olii emollienti e cere, avrebbe l’effetto di ostacolare questo perfetto meccanismo di evaporazione, purificazione e termoregolazione naturale… E ci farebbe inoltre percepire sulla pelle una sensazione di umidità e untuosità, davvero poco gradita in questo periodo!

In estate, oltre al sudore e alla sensazione di calore, a creare disagio ci sono anche le scottature, i pori dilatati, l’untuosità, la formazione di macchie… Vediamo insieme come risolvere i tipici disagi cutanei della stagione estiva.

Scottature e macchie
Quando fa caldo, cosa c’è di meglio di un tuffo tra le onde?
Uno dei vantaggi dell’estate è che abbiamo la possibilità di riposarci, goderci il mare ed esporci un po’ al sole, regalandoci una splendida abbronzatura. Ma l’abbronzatura, per essere davvero splendida, necessita di qualche cautela.
Spesso in questo blog abbiamo parlato del ruolo importantissimo del sole, di come ottenere un’abbronzatura perfetta e dei solari, che ci consentono di limitare scottature e macchie.
In un altro post sono andata più a fondo, mettendo a confronto il ruolo della melanina naturale e quello dei filtri solari. Ingredienti, questi ultimi, non ottimali ma necessari, soprattutto per chi non riesce a esporsi con gradualità e resta invece molte ore al sole. Per saperne di più leggete il post sui solari migliori.

Il sole fa benissimo al corpo ma va preso a piccole dosi: tempi graduali di esposizione e uno stop deciso alla tintarella nelle ore centrali della giornata, per adulti e bambini, sono i modi per godere solo dei suoi effetti benefici limitando i danni.
Oltre alla protezione solare, fondamentale è il doposole lenitivo, specie se abbiamo la pelle secca o arrossata dopo il mare. Per il viso, perfetta è Elicina ECO Plus crema, che nutre e rigenera le pelli più secche e inaridite, da applicare tutte le sere con leggero massaggio distensivo.

Pelle untuosa e pori dilatati
Per chi ha la pelle grassa, l’estate da un lato aiuta, visto che l’esposizione solare e l’acqua di mare asciugano le imperfezioni. Dall’altro può creare qualche problema, come l’untuosità o il fenomeno dell’acne rebound (postumo).
La calura dilata infatti i pori cutanei e ciò può provocare untuosità visibili: è un buon segno, in realtà, è un modo che la pelle usa per depurarsi, ma può essere antiestetico: in tal caso è sufficiente passare spesso sul viso una salviettina pulita per asciugare l’eccesso di sebo, all’occorrenza.
Che cosmetici usare?
Pochi, per la verità: al mattino basta lavarsi solo con acqua e poi applicare un tonico delicatamente astringente. La sera, un buon latte detergente per pulire il viso, seguito dal tonico e dalla crema Elicina ECO, che aiuta a riequilibrare l’eccesso di sebo e ad affinare i pori.

 

Chi ha la pelle soggetta ad acne, invece, potrebbe vedere dei grossi miglioramenti (apparenti) durante il periodo di esposizione solare. Le imperfezioni vengono infatti seccate dal sole in superficie ma possono accumularsi in profondità e a settembre possono esplodere: ne abbiamo parlato nell’articolo sull’acne rebound.
Anche per questo è importante non esagerare col sole, meglio prenderlo a piccole dosi, per evitare scottature, macchie e per evitare l’insorgere dei brufoletti di settembre.
E la sera una buona dose di crema Elicina ECO aiuta a prevenire quest’acne di ritorno tipica della fine delle vacanze.

E la vostra pelle, come affronta il caldo? Che prodotti usate e a quali invece avete deciso di rinunciare? Scrivetecelo qui sotto nei commenti oppure sul post della nostra pagina facebook. E soprattutto, condividete!

Diana Malcangi, Chimico Cosmetologa