La crema post-depilazione perfetta per i peli incarniti

lozione corpo

La depilazione, se non eseguita nel modo corretto, può creare un fastidioso problema: i peli incarniti.
Ecco come prevenirli o eliminarli, con i rimedi giusti prima e dopo la depilazione.

Siamo nel bel mezzo della primavera, è tornata l’aria calda ed è tornata la voglia di scoprirci, di goderci i magnifici raggi di sole sulla pelle… Non vedevamo l’ora, dopo un inverno lungo e umido!

Per molti di noi l’inizio della primavera significa anche iniziare a depilarci con maggiore frequenza, soprattutto le gambe, per liberarci dai peli superflui ed essere a posto in ogni situazione, e vivere quella meravigliosa sensazione di libertà che ci dà il togliere calze e collant!

Per la depilazione, c’è chi si affida a trattamenti estetici di ultima generazione che rimuovono i peli superflui in modo “definitivo”: elettrocoagulazione, laser, luce pulsata.
Efficaci lo sono, ma anche un pochino costosi…
Più spesso ci affidiamo a rimedi semplici che rimuovono il pelo in modo provvisorio: cerette, pinzetta, epilatore elettrico, rasoio. Rimedi abbastanza economici (specialmente se ci depiliamo da soli, ad esempio con l’uso delle strisce depilatorie).

Il pelo incarnito
Sia che ci depiliamo da soli in casa, sia che ci facciamo aiutare dalle esperte mani della nostra estetista di fiducia, quando il pelo, dopo essere stato estirpati, inizia qualche giorno dopo a ricrescere si può incorrere nel fastidioso problema del pelo incarnito: tremendo!
Questo accade quando i peli – anziché crescere e svilupparsi verso l’esterno, seguendo la loro naturale direzione verticale leggermente inclinata – crescono invece all’indietro o lateralmente.
Oppure può accadere quando i peli, pur crescendo nella loro traiettoria naturale, trovano il canale ostruito da cellule morte o dalla formazione di crosticine e cicatrici (magari dovute a precedenti rasature o epilazioni).
In entrambi i casi, non trovando via di fuga verso l’esterno, i peli crescono incurvandosi e rimanendo intrappolati sottopelle, causando infiammazione, bolle, bruciore e prurito, talvolta si possono formare vescicole sierose.
Per fortuna nella maggior parte dei casi i peli incarniti si risolvono da sé, o comunque possono essere facilmente contrastati mediante semplici accorgimenti pratici.
Ma se ciò non accadesse, ed il pelo continuasse a crescere sottopelle, il rischio è quello che si possano generare infezioni (es. follicolite) a volte anche dolorose, a cui possono far seguito cicatrici e iper-pigmentazioni.

Rimedi per i peli incarniti
Eliminare il pelo incarnito è possibile: nei casi più semplici si può estirpare con l’aiuto di una pinzetta o di un ago sterile (con movimenti precisi e delicati, per evitare lesioni), ricordandosi sempre di disinfettare subito dopo. Nei casi più difficili, quando ad esempio il pelo incarnito ha formato una cisti o una vescicola di pus (infettata), bisogna rivolgersi al medico, che può intervenire chirurgicamente o prescrivere un antibiotico locale e, nel caso il problema si presenti frequentemente, consigliare metodi depilatori definitivi.

Prevenzione del pelo incarnito
Esistono però semplici accorgimenti che possono evitare o ridurre il rischio che si formino i peli incarniti.
L’utilizzo regolare di un esfoliante manuale (guanto di crine, spazzola, spugna di luffa, ecc…) o esfoliante cosmetico (scrub corpo ai microgranuli), direttamente sulla pelle bagnata, previene la formazione dei peli incarniti, specie se effettuato poco prima della depilazione.
È consigliabile inoltre strappare o radere il pelo seguendo il senso di crescita del pelo stesso: una depilazione in senso opposto favorisce maggiormente la crescita all’indietro e il formarsi del pelo incarnito (è ovvio che la depilazione nel senso opposto al pelo è più efficace, però se la nostra tendenza è quella di formare facilmente peli incarniti, è opportuno seguire il verso di crescita del pelo nello strappo o nel rasoio).

La crema giusta dopo la depilazione
Uno degli accorgimenti più importanti per evitare i peli incarniti è quello di mantenere la pelle sempre morbida e idratata, applicando creme nutrienti, lenitive e purificanti subito dopo la depilazione, e poi durante la fase di crescita del pelo (anche quando i nuovi peli si stanno formando e non sono ancora spuntati).
Utilizzare un prodotto di qualità, oltre a prevenire microlesioni e conseguenti cicatrizzazioni (che possono ostruire il canale provocando appunto il pelo incarnito), ammorbidisce le punte affilate dei peli appena rasati impedendo che si possano incuneare sottopelle.

La Lozione Corpo Elicina Eco, oltre ai molti benefici che ha nella rigenerazione della pelle, è un ottimo trattamento post-depilazione, poiché svolge tutte le azioni richieste.
Il pregiato prodotto corpo, che contiene l’80% di fluido purissimo di lumaca, innanzitutto consente di lenire e dare sollievo all’epidermide arrossata e provata dalla depilazione.
Poi, l’elevata azione nutritiva e cicatrizzante della bava di lumaca aiuta la pelle nel suo naturale processo di rigenerazione che segue alla depilazione.
Utilizzata con regolarità, la sua azione esfoliante delicata e progressiva potrà contrastare la formazione di peli incarniti (oltre che macchie e iper-pigmentazioni), mentre la presenza di agenti idratanti naturali ed emollienti ammorbidisce i peli, evitando che si incarniscano, e mantiene la pelle sana, nutrita, più resistente per prevenire tagli e lesioni successive.
Infine, presenza di particolari agenti purificanti, naturalmente contenuti nella bava di lumaca, aiuta la pelle nel tenere lontani batteri e microrganismi, difendersi meglio dalle possibili infezioni e mantenersi pura e protetta più a lungo.

Che dire, la Lozione Corpo Elicina Eco è uno dei migliori prodotti post-depilazione in circolazione, io la trovo molto efficace nel prevenire i peli incarniti (e in più… ha un profumo celestiale!)

L’avete provata?
Diteci cosa ne pensate qui sotto nei commenti, oppure nella nostra pagina facebook
Un abbraccio

Diana Malcangi, Chimico Cosmetologa

Scopri la Lozione Corpo Elicina Eco

Condividi

Ancora nessun commento.