8 rimedi per combattere caldo e afa

Va bene, in estate si alzano le temperature… però che caldo, mamma mia!!
Sì, è vero, la calura non è stata tenace come l’anno scorso, ma i giorni della settimana scorsa sono stati tremendi, specialmente al Sud. E probabilmente si ripeteranno (è previsto un nuovo aumento delle temperature ad agosto).

Il caldo può provocare o acuire diversi problemi: cali di pressione, giramenti di testa, gonfiore agli arti e problemi circolatori, crampi, disidratazione e secchezza cutanea, sfoghi cutanei e dermatite da sudore (miliaria o sudamina). Naturalmente i bambini e gli anziani sono i più colpiti, e vanno protetti.
Ecco allora alcuni consigli per fronteggiare l’afa e cercare di riportare le temperature corporee a livelli accettabili.

1. Bevete acqua (con l’app)
Bere è la prima regola e a volte ce ne dimentichiamo. Ma oggi gli smartphone possono addirittura ricordarci di bere!! Esistono alcune app gratuite che calcolano la quantità d’acqua che dovremmo assumere – ad esempio in base al nostro peso corporeo e alle temperature esterne – ed emettono un segnale “inequivocabile” che ci ricorda di bere! Quella che uso io si chiama Water Your Body ed è disponibile gratuitamente per Android, io la trovo utilissima!
Attenzione però, l’acqua che beviamo non dev’essere troppo fredda (per avere la giusta temperatura, basta mescolare, in un bicchiere, metà acqua di frigo e metà acqua a temperatura ambiente).
Un trucco per bere di più è quello di aggiungere all’acqua dei “sapori”: acqua e limone, té e infusi freddi,  oppure dei buonissimi frullati di frutta fresca (preparati da voi), che hanno anche il vantaggio di reintegrare sali minerali e vitamine espulsi con la sudorazione.

2.  Bagnatevi spesso
Appena ne avete la possibilità (in casa, oppure appena vi trovate vicino a una fontana pubblica o alla toilette di un bar) fate scorrere acqua fredda su polsi e avambracci, e con le mani passatevi un po’ d’acqua anche sul viso, braccia e gambe, insomma su tutte le parti scoperte, per rinfrescarle un po’ e favorire l’evaporazione dell’acqua, che sottraendo calore al corpo ne abbassa leggermente la temperatura.

3.  Fate spesso la doccia (senza bagnoschiuma)
D’estate l’afa ci spinge a farci spesso la doccia, anche perché sudiamo di più: in questo caso, per non rischiare una over-pulizia con i detergenti (che potrebbero eliminare le protezioni naturali della pelle) basta lavarsi solo con acqua fresca e nient’altro, usando il sapone solo sulle parti realmente sporche o che odorano molto, tipo piedi e ascelle.

4.  Mangiate meno (e meglio)
Tagliate un po’ le calorie, evitando salumi, formaggi, fritture e intingoli vari. Mangiate poco e spesso, privilegiando i condimenti crudi e in generale tutto il cibo poco elaborato, e gustatevi soprattutto la frutta di stagione e delle ricche insalate (anche perché usare forno e fornelli, che riscaldano l’ambiente, non è proprio il massimo!!).

5.  Scegliete gli abiti giusti
Indossate abiti che lascino respirare la pelle. No a seta e a capi sintetici, abiti stretti, fascianti oppure di colore scuro. Sì al puro cotone (e al lino, basta che sia molto sottile), sempre privilegiando i colori chiari e i modelli larghi (per fortuna quest’anno vanno di moda gonne e pantaloni larghissimi 🙂
Quando siete al sole, copritevi la testa con un cappellino di cotone o di paglia, sempre chiaro (la mia mamma invece ha copiato le donne giapponesi e usa un ombrellino bianco per proteggersi).

6.  Riposatevi
Se dormite a sufficienza e siete riposati, affronterete meglio il caldo.
Dormite con le finestre aperte, cercando di creare un po’ di corrente tra finestre posizionate su lati opposti della casa.
A meno che la temperatura non sia davvero torrida, evitate di dormire col condizionatore acceso: al massimo attivate un ventilatore leggero o un deumidificatore.

7.  Refrigerio in casa
Cercate di fare entrare meno luce e calore possibili: chiudete persiane, tapparelle e i vetri.
Quando soggiornate in casa, attivate un ventilatore basculante oppure un deumidificatore per trovare una lieve frescura. Usate il condizionatore solo quando realmente necessario e non scendete mai più di 6-7 gradi sotto la temperatura esterna: ad esempio se fuori ci sono 35°C, la temperatura del condizionatore non dovrebbe mai essere impostata sotto i 28°C.

8.  Scappate (letteralmente) dalla città
Scherzo… Però mica tanto!
I palazzi emettono il calore dei condizionatori, le auto emettono calore e gas di scarico, l’asfalto emette calore…  In città, cercate di star fuori il meno possibile, riparatevi in luoghi chiusi e refrigerati, o almeno all’ombra.
Compatibilmente col lavoro, fate qualche fuga in collina, in montagna o al mare. Dovunque, insomma, basta che sia in mezzo alla natura: l’acqua, gli alberi, la terra danno molto refrigerio, oltre a riequilibrare lo spirito.

Spero di avervi dato qualche consiglio utile per combattere l’ondata di caldo in arrivo.

Qui invece potete scoprire i cosmetici giusti da usare quando fa caldo.

E voi, cosa fate per proteggervi dall’afa? Quali consigli potete darci per sopportare le ondate di calore?
Ditecelo qui sotto, oppure commentate il post sulla nostra pagina facebook

Un bacio e… buona estate a tutti!

Diana Malcangi, Chimico Cosmetologa